Liquido Seminale

Spermiogramma

Lo spermiogramma è un esame del liquido seminale utile per dare indi­cazioni sulla fertilità maschile. Sullo stesso campione di liquido si può anche eseguire la spermiocoltura, che serve, invece, per accertare l'eventuale pre­senza di infezioni come, per esempio, la prostatite e l'uretrite.
Lo spermiogramma associato al test di capacitazione rappresenta lo strumento principale per la valutazione della fertilità maschile.

Lo spermiogramma ha il compito di valutare quantitativamente e quali­tativamente (forma, numero e motilità) gli spermatozoi presenti nel liquido seminale per indicare la maggiore o minore possibilità di procreare dell'uomo.

Toggler descrizione estesa.

Il referto comprende questi parametri: 

  • L'aspetto, che normalmente è omogeneo e torbido. Se è sublimpido, il parametro è alterato. 
  • Il volume, che deve essere maggiore o uguale a 2 millilitri di eiaculato. 
  • Il colore, che normalmente è bianco/grigio. 
  • La fluidificazione, che deve essere normale e non accentuata, altrimen­ti significa che il parametro è alterato. 
  • La quantità di spermatozoi espressa in milioni per un millilitro di eia­culazione (che deve essere compresa tra 15 milioni e 213 milioni per mil­lilitro di liquido seminale) e il numero di spermatozoi totale per ogni eiaculazione (che deve essere compreso tra 39 e 802 milioni di sperma­tozoi). 
  • La motilità con andamento corretto postero-anteriore, gli spermatozoi progressivi rapidi/lenti devono essere dal 32 al 72%
  • La morfologia, gli spermatozoi normali, valutando il collo, la testa e la coda dello spermatozoo devono essere dal 4 al 44%.


Nel referto, il medico di laboratorio segnala anche una valutazione globa­le dello spermiogramma indicando: 

 

  •  Normospermia: significa che non vi è nessuna alterazione evidente nel liquido seminale. 
  • Oligospermia: significa che la concentrazione Spermatozoi, è inferiore ai valori di riferimento. 
  • Astenospermia: significa che la motilità degli spermatozoi è inferiore ai valori di riferimento. 
  • Teratospermia: significa che la morfologia degli spermatozoi è inferiore ai valori di riferimento. 
  • Oligoastenoteratospemia: si tratta di un'alterazione di tutte e tre le varia­bili più importanti nella valutazione della fertilità dell'uomo (il nume­ro, la motilità e la morfologia). 
  • Azospermia: significa che nell'eiaculato gli spermatozoi sono assenti ed è indice di sterilità. 
  • Aspermia: assenza di eiaculato, quindi indice di sterilità. 


Se in concomitanza con lo spermiogramma, si è eseguita anche la spermiocoltura, nel referto si troverà indicata anche la presenza o l'assenza di microorganismi infettanti Se l'analisi è positiva per batteri, il laboratorio in automatico esegue anche l'antibiogramma per identificare il batterio e l'antibio­tico più adatto per impostare la terapia. 

    icona-pin-geografico

    Punti prelievo

    Esame eseguito nei seguenti punti prelievo

    icona-servizio-preventivi

    Preparazione e prenotazione

    Preparazione
    Preparazione specifica
    Prenotazione obbligatoria
    icona-servizio-siringa-grigia

    Tipo di campione

    Liquido seminale
    Come conferire il campione

    Ogni campione viene raccolto con un tipo differente di contenitore.
    Se non sai quale tipologia utilizzare, contattaci. Nella maggior parte dei casi distribuiamo gratuitamente il contenitore di cui hai bisogno.

    icona-servizio-orologio-grigio

    Tempi di refertazione

    3 giorni
    Refertazione in regime d'urgenza

    I campioni vengono refertati nel minor tempo tecnico possibile.
    Sono garantite le urgenze cliniche: quelle analisi necessarie al medico per fronteggiare le situazioni di pericolo di vita.