SCREENING HPV | 7 MARZO 2018

SCREENING HPV
7 MARZO 
DALLE ORE 11.30 ALLE 18. SU PRENOTAZIONE
PUNTO PRELIEVI ARANCIO
PRELIEVI ESEGUITI DA ALESSANDRA SALOTTI

Costo 50 euro invece di 83 euro
SCREENING HPV | 7 MARZO 2018 
Possibilità di Thin Prep 25 euro invece di 30 euro
Possibilità di eseguire Test Molecolare per la ricerca delle malattie sessualmente trasmesse sullo stesso campione: 75 euro


Il Test HPV è il più efficace per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero nelle donne di età compresa tra i 34 e i 64 anni.
La persistenza dell'infezione con tipi ad alto rischio di Papilloma Virus Umano (HR-HPV) è la condizione necessaria per lo sviluppo del carcinoma della cervice nel 99% dei casi.
Studi clinici hanno dimostrato che in donna di età superiore a 30 anni il test molecolare HPV è più efficace del Pap Test nel rilevare la presenza o il rischio di sviluppare carcinomi e lesioni di alto grado.

Il test HPV è un nuovo test di screening. Il test rileva la presenza di tipi di HPV cosiddetti “ad alto rischio”, che più probabilmente determinano delle lesioni persistenti della cervice uterina, anche prima che le cellule della cervice dell’utero presentino cambiamenti visibili con il Pap test.

L’infezione da HPV è molto frequente, ma in genere scompare da sola. In una minoranza di casi provoca delle lesioni a livello del collo dell’utero. Di solito, queste lesioni guariscono spontaneamente ma alcune, se non curate, possono progredire lentamente verso forme tumorali. Ci vogliono però molti anni perché le lesioni si trasformino e solo pochissime delle donne con infezione da HPV sviluppano un tumore della cervice uterina.
Una donna che risulta negativa al test HPV ha un rischio bassissimo di sviluppare un tumore della cervice uterina. Data la sua alta efficacia, è sufficiente sottoporsi al test HPV ogni 5 anni. 

E se il test HPV risulta positivo?
In questo caso, il protocollo dello screening prevede la lettura anche del Pap test, che può essere fatta utilizzando lo stesso materiale già prelevato dall’ostetrica.
Se il Pap test risulta negativo, è opportuno controllare dopo un anno se l’infezione virale sparisce da sola o no, ripetendo il test HPV.

Se il Pap test dimostra invece delle alterazioni è opportuno fare la colposcopia.
La colposcopia è un esame ginecologico con il quale il medico osserva il collo dell’utero dopo aver applicato un liquido trasparente che si chiama acido acetico e a volte un liquido scuro a base di iodio. Questo esame serve a vedere se ci sono delle zone modificate dove può essere necessario fare un piccolo prelievo di tessuto che si chiama biopsia.
Sotto i 30 anni, il test HPV non è raccomandato come test di screening di primo livello, ma si continua a raccomandare il Pap Test perchè nelle fasce di età più giovani la presenza dell'infezione è maggiore e le infezioni sono spesso transitorie (guariscono da sole nel giro di qualche mese). Nelle donne più giovani, quindi, ci sono molte infezioni da HPV, ma solo poche diventano persistenti.

Secondo le Linee Guida Nazionali presso il Laboratorio LAMM esegue il test molecolare HPV con TEST HPV validati per lo screening del carcinoma della cervice uterina e il Laboratorio partecipa a programmi di controllo di qualità esterni della Regione Toscana.

Bibliografia:
Gruppo Italiano Screening del Cervicocarcinoma GISCI
Istituto per lo Studio e la Prevenzione Oncologica ISPO