Ferro

Altri esami

Il Ferro (Fe) e' presente nell'organismo in quatita' modeste (4-5 g), contenuto per circa il 70 % nei globuli rossi come ferro emogobinico, per circa il 20% ne fegato, mucosa intestinale, milza, midollo come ferro di riserva, il rimanente e' distribuito nei vari tessuti come ferro enzimatico e nel plasma, in piccolissima quantita', come ferro di trasporto.

Toggler descrizione estesa.

Il Fe è utilizzato nel midollo osseo per la sintesi dell'emoglobina, componente principale dei globuli rossi portatori di ossigeno, quando i globuli rossi hanno terminato il loro ciclo vitale, vengono demoliti e un parte, il nucleo porfirinico, è convertito in bilirubina, mentre il Fe rientra in circolo per essere riutilizzato. Il Fe in eccesso viene immagazzinato maggiormente nel fegato. La sideremia è la misura della quantità di ferro presente nella parte liquida del sangue (siero) e solitamente insieme a questa misura viene richiesto anche altre analisi correlate come la ferritina, la transferrina e la capacità legante totale (TIBC). I test del Fe sono spesso utilizzati per controllare se i livelli di Fe sono troppo bassi, segno di anemia, e quindi diagnosticare i diversi tipi di anemia oppure controllare se i livelli  sono troppo alti, il che potrebbe essere un segno di emocromatosi, questa è una rara malattia genetica che causa l'accumulo di troppo ferro nel corpo.

icona-pin-geografico
icona-servizio-preventivi

Preparazione e prenotazione

Preparazione
Digiuno
Prenotazione obbligatoria
No
icona-servizio-siringa-grigia

Tipo di campione

Sangue - Siero
Come conferire il campione

Ogni campione viene raccolto con un tipo differente di contenitore.
Se non sai quale tipologia utilizzare, contattaci. Nella maggior parte dei casi distribuiamo gratuitamente il contenitore di cui hai bisogno.

icona-servizio-orologio-grigio

Tempi di refertazione

1 giorno
Refertazione in regime d'urgenza

I campioni vengono refertati nel minor tempo tecnico possibile.
Sono garantite le urgenze cliniche: quelle analisi necessarie al medico per fronteggiare le situazioni di pericolo di vita.